Skip to content

NAAMA-BAY.INFO

Naama Bay | Tutte le informazioni inclusive in un unico posto

HOTSPOT PERSONALE SCARICARE


    In questo e in molti altri casi può venirti in aiuto una sola cosa: l'hotspot del tuo con cui sfrutterai l'hotspot: può capitare, infatti, che questo inizi a scaricare la voce Override data source e successivamente attivare l'Hotspot personale. Un hotspot personale consente di condividere la connessione dati cellulare dell' iPhone o dell'iPad (Wi-Fi + Cellular) quando non hai accesso. Per questo tipo di condivisione della connessione puoi usare il tethering o un hotspot. La maggior parte dei telefoni Android può condividere dati mobili tramite . Hotspot WiFi, come funziona la condivisione della connessione Internet e accedere alle risorse messe a fattor comune sul singolo dispositivo. Molti utenti ci segnalano un piccolo problema nel far comparire il menu Hotspot Personale su iPhone con scheda Wind. Ricordiamo che la funzione Hotspot.

    Nome: hotspot personale re
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:47.36 Megabytes

    Il termine hotspot WiFi si utilizza per riferirsi a quelle particolari configurazioni che permettono di realizzare un access point wireless collegato alla rete. Impostare un hotspot sul proprio dispositivo mobile è un'ottima soluzione per condividere la connessione Internet. Si supponga di lavorare molto in viaggio: attivando la modalità hotspot sul proprio smartphone è possibile fare in modo che tutto il traffico dati venga veicolato attraverso il dispositivo mobile, sfruttando il piano tariffario dell'operatore di telefonia mobile.

    In altre parole, con la funzione di hotspot abilitata, notebook, convertibili, tablet e qualunque altro dispositivo client potranno sfruttare la connessione dati dell'operatore di telefonia mobile per inviare e ricevere informazioni in rete. Ovviamente, bisognerà assicurarsi che i giga inclusi nella propria offerta mobile siano sufficienti per gestire senza costi aggiuntivi le richieste provenienti dai dispositivi collegati via WiFi.

    Sui dispositivi client Windows 10 connessi con lo smartphone che funge da hotspot bisognerà innanzi tutto scrivere Stato della rete nella casella di ricerca del menu Start, verificare di essere collegato con l'hotspot, cliccare su Modifica proprietà di connessione e attivare l'"interruttore" Imposta come connessione a consumo.

    In questo modo Windows 10 non scaricherà automaticamente aggiornamenti di sistema, sempre piuttosto pesanti, o effettuerà trasferimenti di dati non indispensabili.

    Noi stessi utilizziamo sempre hotspot WiFi e tethering per accedere alla rete da notebook e convertibili mentre siamo in viaggio per lavoro o per motivi personali. Per attivare l'hotspot WiFi su Android basta accedere alle impostazioni del sistema operativo, scegliere la voce Rete e Internet quindi Hotspot e tethering infine attivare Hotspot Wi-Fi.

    Condividere una connessione mobile tramite hotspot o tethering su Android - Guida di Android

    Negli articoli seguenti presentiamo i passaggi da seguire per identificare e risolvere il problema: - Hotspot Android non funziona: la connessione Internet non viene condivisa Alcuni ignorano che l'hotspot di Android consente anche di mettere in comunicazione diretta i vari dispositivi client e, ad esempio, avere la possibilità di accedere alle cartelle condivise su ciascun sistema. Nel caso di Windows l'importante è impostare la rete wireless corrispondente all'SSID dell'hotspot portatile creato su Android con il profilo Privato.

    Solo in questo modo le cartelle condivise sul sistema saranno visibili e accessibili da parte degli altri client collegati con l'hotspot Android vedere anche Differenza tra rete pubblica e rete privata in Windows L'hotspot WiFi Android agisce, come accennato in precedenza, come un vero e proprio router. La creazione di un hotspot WiFi su Android è uno stratagemma utilizzato da molteplici app che facilitano la condivisione di dati tra dispositivo mobile e PC e viceversa : Come condividere appunti, URL e file tra Android e Windows.

    Come attivare l'hotspot in Windows Windows 10 dispone di una funzionalità integrata che consente di attivare un hotspot WiFi senza dover impostare troppi parametri.

    Per procedere in tal senso basta digitare Stato della rete nella casella di ricerca del menu Start, cliccare su Hotspot mobile nella colonna di sinistra, fare clic su Modifica per impostare l'SSID della rete WiFi e scegliere una password sufficientemente lunga e complessa.

    Come spiegato nell'articolo Hotspot Windows 10, ecco come attivarlo l'hotspot dovrebbe immediatamente essere attivato. Se si dovesse ricevere l'errore Non riesco a configurare l'hotspot mobile, è possibile provare a risolvere il problema aggiornando i driver del modulo WiFi del dispositivo in uso oppure applicando la procedura valida anche per le precedenti versioni di Windows: Condividere connessione e file con Windows Se il nostro portatile o PC fisso non dispone di connessione Bluetooth, possiamo aggiungerla velocemente leggendo i consigli della nostra guida su come Aggiungere il Bluetooth al PC con un adattatore.

    Conclusioni Quale delle due soluzioni è migliore tra Wi-Fi e Bluetooth? Entrambe le opzioni fanno la stessa cosa, ma ciascuna ha i suoi vantaggi e svantaggi.

    Il collegamento all'Hotspot via Wi-Fi è l'opzione predefinita ed ha il vantaggio di essere più veloce rispetto al Bluetooth. Inoltre l'hotspot Wi-Fi consuma più energia quindi scarica velocemente la batteria sull'iPhone, cosa da tenere in considerazione se siamo fuori casa e non abbiamo una presa di corrente a disposizione.

    Di contro, la condivisione di internet via Bluetooth è più facile da usare, l'accoppiamento è automatico basta solo lasciare acceso il Bluetooth e avvicinare i dispositivi , rimane sempre attiva senza disconnettersi mai, è più sicura e consuma meno batteria.

    Il grosso svantaggio è la velocità di connessione che tramite Bluetooth è molto più lenta rispetto il Wi-Fi, inoltre ha una portata limitata quindi l'iPhone deve rimanere sempre vicino al computer o al tablet che si vuol collegare a Internet. Personalmente ritengo che la connessione bluetooth sia nettamente più conveniente perché anche se è più lenta, non ci saranno grosse differenze percettibili rispetto alla connessione Wi-Fi, in particolare se sfruttiamo il Bluetooth 4.

    Se invece volessimo effettuare l'operazione inversa, ossia creare un hotspot sul computer per poter connettere iPhone e altri dispositivi mobile, vi rimandiamo alla lettura della nostra guida Creare un hotspot WiFi su PC Windows.

    Se vi piace e volete ringraziare, condividete! Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy.