Skip to content

NAAMA-BAY.INFO

Naama Bay | Tutte le informazioni inclusive in un unico posto

SCARICARE FIRMAOK


    Contents
  1. La procedura con Firma ok Gold di Postecom
  2. Il software di firma
  3. Poste Italiane - Postecert
  4. Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

FIRMAOK! Scarica gratuitamente il nuovo applicativo per la firma digitale firmaOK!, con il quale puoi utilizzare tutte le smart card distribuite da Postecom. Scarica il nuovo software di firmaOK! nell'area Download. Il download è gratuito. Se hai già installato sul tuo pc il precedente applicativo di firmaOK!gold, fornito. Cookie Control. Cookie Control. Questo sito web utilizza cookie tecnici per migliorare l'esperienza degli utenti e cookie di terze parti. Cliccando in qualsiasi link. Se le prime 4 cifre del numero seriale della tua smart card Postecert sono OT64K e utilizzi un applicativo diverso da firmaOK!, ti suggeriamo di scaricare l'ultima. FirmaOK!gold è l'applicativo per la firma digitale e la crittografia dei file . Non scaricare o eseguire software disponibili su Internet (generalmente di tipo “.exe” o.

Nome: re firmaok
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:38.57 Megabytes

Le Vs. In caso di problemi, vi invitiamo a prenderne visione perché con ogni probabilità la vostra domanda troverà qui una risposta. Se non trovaste risposta, potete inviarci una e-mail provvederemo ove possibile a pubblicare in maniera generica la Vs. L'utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria.

Per la Legge Italiana un qualsiasi atto scritto fa prova in giudizio fino al disconoscimento della firma.

Cliccare quindi su OK per proseguire. Fase 5 Al termine dell operazione di marcatura temporale, firmaok! Cliccare su OK per chiudere il messaggio; per chiudere la finestra Timestamp cliccare sul bottone Chiudi. Fase 2 firmaok! Pannello di Verifica ver. Nella parte alta della finestra viene mostrata la lista di tutte le firme ed eventuali marche temporali apposte sul documento Figura Vengono elencati tutti i certificati dei firmatari del documento.

E possibile visualizzare i dettagli di un certificato mediante un doppio click su uno di essi. Elenco firme apposte sul documento verificato. In caso di esito positivo viene mostrato il messaggio: La firma è integra. Aderenza alle Regole Tecniche previste dalla Normativa vigente: viene mostrato l esito del controllo relativo all aderenza e al rispetto della Normativa Vigente. Attendibilità: viene mostrato l esito del controllo effettuato sul Certificatore che ha emesso il certificato del firmatario.

In caso di esito positivo, ossia nel caso in cui il Certificatore emittente sia presente nella lista dei Certificatori Accreditati presso l AgID Agenzia per l Italia Digitale , viene mostrato il messaggio: Il certificato è attendibile.

Validità legale: viene mostrato l esito del controllo effettuato sull attributo del certificato Key Usage che ne definisce l utilizzo. Per la normativa italiana, il certificato di firma digitale deve avere il Key Usage valorizzato con il solo valore Non Repudiation.

In caso di esito positivo viene mostrato il messaggio: Il certificato ha validità legale. In caso di esito positivo viene mostrato il messaggio: Il certificato non risulta revocato. Dettagli sulla verifica In Figura 21 è mostrato il caso di verifica di un documento a cui è stata apportata una marca temporale riportando nella sezione dettagli Timestamp i relativi dettagli : data e ora della marca temporale della marca temporale l algoritmo di impronta utilizzato informazione circa il sistema di TSA utilizzato l attendibilità del certificato utilizzato durante il processo ver.

Apri contenuto: per visualizzare il contenuto del documento firmato o marcato temporalmente. Salva contenuto: per salvare il documento originale oggetto della verifica. Nel caso in cui si stia verificando una marca temporale apposta al documento, questa funzione è disponibile solo se il formato della marca temporale è.

Salva report di verifica: consente il salvataggio di un report di verifica nel quale vengono riportati i dettagli della verifica. Verifica alla data: per selezionare una specifica data in cui effettuare la verifica della firma apposta al documento.

Cliccando sul bottone Verifica alla data si apre la seguente finestra: Figura Verifica alla data ver. Gestione chip disponibile solo su versione portable - PosteKey 6.

Tutto il software necessario alle operazioni di firma digitale è infatti ospitato sulla memoria interna del dispositivo, che viene rilevato in maniera automatica dal sistema operativo della postazione utente.

Questa modalità di funzionamento, che è quella di default del token PosteKey, è denominata modalità HID dato che il dispositivo utilizza i driver di sistema Human interface device, che consentono l interazione con il pc in maniera semplice e pressoché immediata, senza richiedere alcuna installazione utilizza in altre parole lo stesso sistema di connessione di mouse e tastiere.

Questa è la modalità da selezionare ad esempio qualora si intenda effettuare l accesso con il certificato di autenticazione ai portali della Pubblica Amministrazione. Nota 1 : per utilizzare il token in modalità CCID come un normale lettore con le applicazioni di terze parti, è necessario dopo la conversione di cui sopra procedere alla configurazione del modulo PKCS 11 all interno dell applicazione che si intende utilizzare.

Il modulo PKCS 11 è ospitato a bordo della memoria del token. Prendendo come esempio l utilizzo del browser Mozilla Firefox per effettuare l autenticazione su un portale della PA, occorre seguire la procedura indicata in Appendice A. Per installarlo seguire la presente procedura: - Ubuntu: Prima di eseguire il comando, controllare di avere i diritti di amministratore apt-get install pcscd Dopo l'installazione è sufficiente riavviare.

Per controllare se il servizio è stato installato correttamente basta lanciare il comando ps -A grep pcscd Nota 3 : L operazione di conversione non è persistente in quanto la rimozione della chiavetta USB riporta il dispositivo in modalità di default : HID.

E necessario effettuare nuovamente l operazione ogni qualvolta si presenti la necessità di operare in modalità CCID Card Manager Selezionando nel menu il bottone Card Manager, si apre una schermata dalla quale è possibile gestire la smart card Figura Card Manager In particolare grazie all applicazione Card Manager di Bit4ID è possibile gestire i dispositivi crittografici smart card e token USB , attraverso le operazioni elencate di seguito: ver. Card Manager Gestione Oggetti Informazioni: apre una finestra in cui vengono indicate informazioni sulla versione dell applicazione Card Manager e sulla versione delle librerie PKCS 11 utilizzate; Figura Card Manager Informazioni ver.

Utilities Cliccando sul bottone Utilities del menù principale di firmaok! Menu Utilities 7. Cifratura di uno o più documenti firmaok! A partire dal menù principale, cliccando sul bottone Utilities si apre il menù secondario con il bottone di Cifra. Se si desidera cifrare dei documenti per se stessi, occorre controllare di aver inserito la smart card nel lettore, o collegato il token USB al PC prima di avviare l operazione.

Fase 2 A valle dell inserimento della smart card nel lettore o del collegamento al PC del token USB, l applicazione legge i certificati presenti sul dispositivo e li carica nella sezione Contatti. Se si desidera cifrare un documento per un destinatario, è possibile caricarne il certificato nei seguenti modi: Dal tab File : cliccare sul bottone Importa da file e selezionare il certificato.

Cifratura di documenti E' possibile aggiungere o rimuovere i contatti per cui si intende cifrare il documento utilizzando i bottoni posti al centro delle due sezioni: ver.

La procedura con Firma ok Gold di Postecom

La rubrica Contatti In firmaok! E possibile importare contatti all interno della rubrica sia caricandoli da file residenti sul pc sezione File , che ricercandoli sul Registro pubblico dei certificati sezione Elenco in linea gestito dal Certificatore. Di seguito sono dettagliate le due modalità a disposizione: File: per inserire nella rubrica dei Contatti un destinatario il cui certificato è disponibile su file, dalla sezione File occorre cliccare su Importa da file e scegliere il certificato.

Una volta che il file del certificato è stato correttamente caricato, cliccando con il tasto destro del mouse su di esso, e scegliendo Aggiungi ai contatti La rubrica Contatti Elenco in linea: è possibile importare il certificato di un contatto cercandolo sul Registro pubblico dei certificati gestito dal Certificatore, impostando i parametri di ricerca presenti nella sezione e cliccando sul bottone Cerca.

Al termine della ricerca, nel riquadro in basso verrà mostrata la lista dei certificati ottenuti come risultato. Dopo aver selezionato il certificato di interesse, cliccando con il tasto destro del mouse su di esso e scegliendo Aggiungi ai contatti Le opzioni di cifratura Dopo aver selezionato almeno un certificato con cui cifrare il documento, cliccando sul bottone Avanti è possibile selezionare le opzioni da utilizzare per la cifratura del documento.

Opzioni cifratura scegliere la cartella di destinazione e il nome con cui verrà salvato il documento cifrato, cliccando sul bottone Nota: data la maggiore sicurezza che offre, si consiglia di utilizzare l algoritmo AESCBC; spuntare la casella Distruggi il documento originale : al termine dell operazione di cifratura il documento originale verrà cancellato definitivamente dal PC, e non potrà più essere recuperato.

Con il bottone Termina è possibile chiudere la schermata Decifratura di uno o più documenti Con firmaok! Se nel dispositivo crittografico è presente il certificato con cui è possibile decifrare il documento, si aprirà la seguente schermata: Figura Decifratura ver. Nella schermata finale viene riportato l esito dell operazione e, in caso di esito positivo, sarà possibile aprire il documento appena decifrato cliccando sul bottone Apri contenuto oppure salvarlo in locale sul proprio PC cliccando sul bottone Salva contenuto.

Per chiudere la finestra Decifra cliccare sul bottone Termina Opzioni Cliccando sul bottone Opzioni del menù secondario, si apre la finestra che consente la personalizzazione della configurazione di firmaok!

Se si desidera ripristinare la configurazione iniziale di firmaok! Per le operazioni di verifica successive a tale cancellazione sarà necessario scaricare e salvare in locale le CRL. Configurazione di default: ripristina la configurare iniziale dell applicazione. Cliccare sul bottone Salva per salvare la nuova configurazione. Per ciascuna delle due configurazioni Proxy generico e Proxy LDAP è possibile selezionare le seguenti opzioni: Nessun proxy: se selezionato non viene utilizzato nessun proxy; Configurazione manuale: se si desidera configurare manualmente i parametri per l utilizzo del proxy specificando 'Tipo', 'Host' e 'Porta'; Le credenziali di accesso presenti nella sezione si riferiscono ai valori nome utente e password per l'autenticazione al proxy.

Se non specificate in fase di configurazione, le credenziali verranno richieste solo se è necessaria l autenticazione al proxy. Nella sezione di configurazione 'Proxy LDAP' è possibile inoltre selezionare l opzione Usa la configurazione generica per utilizzare la stessa configurazione specificata nella sezione 'Proxy generico'. Opzioni tab Proxy Tab Firma In questa sezione Figura 36 è possibile configurare il formato in cui verranno salvati automaticamente i documenti firmati oppure selezionare l opzione secondo la quale firmaok!

Opzioni tab Firma Tab Firma PDF In questa sezione Figura 37 è possibile definire la configurazione standard da utilizzare per apporre la firma grafica in formato PDF, personalizzando i valori dei campi presenti. Opzioni tab FirmaPDF Tab Cifra In questa sezione è possibile definire la configurazione standard da utilizzare nelle operazioni di cifratura, scegliendo: algoritmo di cifratura di default: l algoritmo standard da utilizzare per la cifratura di documenti; cartella per il salvataggio automatico di file cifrati: indicare il percorso sul PC dove salvare i documenti cifrati.

Cliccare sul bottone Salva per salvare la nuova configurazione Tab Marca Temporale In questa sezione è possibile configurare il servizio di Marcatura temporale da contattare per le richieste di marche temporali.

La configurazione iniziale presenta come standard il servizio offerto da Postecert. Aruba Sign 2 Guida rapida 1 Indice Indice Manuale d uso Fornitore Configurazione software per Firma Digitale e Marca Temporale Obiettivi e struttura del documento Il presente documento mira a fornire un supporto ai fornitori nelle seguenti fasi:.

La Business Key Avvio di Business Key Pagina n. Manuale di installazione e d uso Software ArubaSign Pag. Avvio di ArubaSign Firma Digitale Guida all utilizzo del Token USB come Carta Nazionale dei Servizi Per accedere ai servizi offerti dai Portali della Pubblica Amministrazione, utilizzando il certificato di autenticazione personale contenuto.

Procedura installazione del software per la visualizzazione del fascicolo sanitario elettronico Installazione lettore smart card 1. In questa fase non collegare il lettore di smart card al pc; 2. Istruzioni operative installazione FirmaVerifica3.

Scarica anche:SCARICA MP3 CROWN

Manuale Operativo per la firma digitale Indice 1. Installazione del lettore di smart card Installazione del Dike Attivazione della smart card PIN per la firma. IVA: Attività relative alla Firma Digitale di documenti in ingresso e in uscita Manuale d uso Fornitore - Predisposizione documento e firma digitale - Roma, Ottobre 0 Obiettivi e struttura del documento Il.

Versione 1. La Firma Digitale Aggiornamento sw Barra degli strumenti Versione: 1. Attivazione Firma Remota Firma Digitale Remota Versione: 0. Guida all installazione FirmaOK!

Obiettivo del documento Registrazione di un Responsabile Se non ho selezionato alcun file, la barra dei comandi non mi permette nessuna attività se non la scelta del documento da firmare. Pagina 1 di 9 Agg. Firmare le e-mail utilizzando il client di posta elettronica Mozilla Thunderbird Il certificato di autenticazione personale, oltre a consentire al Titolare di effettuare un autenticazione forte nei siti.

DiKe 4. Installazione del software per la Carta Regionale Servizi 1. Download del software Utilizzo della smart card di Ateneo CMRT La Firma Digitale è l'equivalente informatico della firma autografa e ne ha il medesimo valore legale con in più il vantaggio della totale sicurezza.

La Firma. La guida non vuole approfondire. Carta Raffaello Manuale Utente Indice 1. Scopo del manuale Come iniziare Installazione del lettore per smart card Per accedere alle banche dati Corte di Cassazione,.

Indice degli argomenti Indice degli argomenti La risoluzione al "problema" è comune a tutti i certificatori. Ulteriori informazioni e dettagli sono pubblicati al link www. Quindi normalmente non sono necessarie operazioni. Per ottenere le funzionalità equivalenti a quelle svolte dall'add-on per l'aggiornamento dell'Elenco Pubblico dei Certificatori Accreditati, è necessario effettuare le seguenti operazioni di configurazione di Adobe Acrobat Professional o Reader:.

Nel riquadro "Impostazioni di protezione" selezionare il checkbox "Caricare le impostazioni di protezione da un server". Nel caso in cui, verificando una firma digitale il certificatore risultasse sconosciuto, si suggerisce di effettuare l'aggiornamento manualmente come descritto al punto 6. Al fine di generare firme pdf nel formato oggi in uso , si consiglia caldamente di effettuare la seguente impostazione:.

La verifica OCSP è un controllo che viene fatto per verificare lo "status" del certificato. Le firme effettuate con il nostro software ArubaSign possono essere interpretate da qualsiasi altro software compatibilità OCSP. La verifica dello stato del certificato avviene lato server, e gli esiti che vengono inviati al client possono essere:.

L'operazione è possibile sia da Windows che da Mac. Occorre innanzitutto installare Adobe Reader DC. Si aprirà il menu ID digitali. Si aprirà la finestra individua un modulo PKCS Ora dovrete inserire nel modulo il percorso per caricare il file di li libreria con estensione. Cercate dunque di individuare il file libbit4hipki. Potrebbe essere stato usato impropriamente un certificato non conforme es. Adobe Reader non effettua una verifica sulle Proprietà del certificato, ma solo sulla validità.

Il software di firma

Per verificare realmente una firma su PDF è indispensabile cliccare sullo spazio ove si evince la grafica della firma, cliccare poi su "Proprietà firma Se è infatti presente la dicitura " Autenticazione client " oppure dipende dalla versione " client authentication 1. Le Gare Telematiche, sono procedure di scelta del contraente basate su sistemi di negoziazione telematica e finalizzate all'aggiudicazione di forniture di beni e servizi di specifico interesse di alcune P.

La firma digitale è diventata nel corso degli anni, uno strumento indispensabile alla partecipazione a questi bandi Es.

Accreditamento So. Innanzitutto, la Firma Enveloped è la Controfirma. Quindi i casi si riducono a due: Firma e Controfirma. Da un punto di vista legale, forse non sembrano esserci differenze.

Da un punto di vista semantico firmare sullo stesso livello è come se i firmatari stanno apponendo la firma manuale alla fine di un documento attestando quanto scritto per esempio marito e moglie per la cessione di un bene. Invece, la controfirma cioè la firma su un altro livello vuol dire che il secondo firmatario conferma la scelta del primo firmatario riconoscendo anche la validità della firma esempio tipico è la firma di un notaio.

Prima di lasciare il pulsante del mouse, appariranno due nuove icone, Firma Multipla e Firma Enveloped. Invece, se occorre Controfirmare occorre basta cliccare sul pulsante successivo. Da puntualizzare che sono stati rilevati casi particolari in cui il software Aruba Key non è riuscito a verificare le firme dei livelli successivi al primo.

Gli standard utilizzati metto a disposizione entrambe le modalità di firma. Poichè sul piano elettronico un documento firmato è in realtà assimilabile a una busta come si è detto parlando del PKCS 7 che contiene al suo interno sia il documento, sia la firma, se si vogliono fare firme congiunte è sufficiente ri-firmare il file già firmato. In questo caso occorre apporre una semplice Firma Digitale sul file. Una "busta" più contenere infatti più firme. Se invece occorre apporre una "firma sulla firma", come ad esempio per i contratti sarà necessario utilizzare la funzionalità di "controfirma" o firma Enveloped presente nel software ArubaSign.

La firma verrà apposta ad un livello sottostante a quella già inserita. Il software di Firma digitale che forniamo gestisce anche le Marcature Temporali. L'apposizione di una Marca Temporale a un documento firmato digitalmente, quindi, ne garantisce la validità nel tempo. E' un servizio che permette di associare data e ora certe e legalmente valide ad un documento informatico, consentendo quindi di associare una validazione temporale opponibile a terzi cfr.

Per utilizzare il servizio occorre essere collegati ad internet. La marca temporale su un file, ha una validità di 10 anni. Prima della scadenza è possibile applicare un'altra marca temporale per prolungare la scadenza per altri 10 anni da quel momento, fino ad una durata massima di 20 anni dalla creazione del file.

E' possibile firmando i file digitalmente operazione che garantisce l'autore e apponendo la marca temporale operazione che garantisce certa la data della firma , contemporaneamente. Se si intende certificare l'autore di una serie di brani musicali es. Questo permette di avere una maggiore gestione dei contenuti firmati es. Questa operazione ha validità 10 anni. Si, è certamente possibile firmare digitalmente un file su cui è stata già apposta la marca temporale. Tuttavia, il risultato di questo processo, non certifica la data e l'ora di quando è stata emessa la firma, ma certifica il solo contenuto del documento ed eventuali firme apposte precedentemente al momento dell'apposizione della marca.

Nella schermata successiva, sarà possibile configurare la marca temporale cliccando sul tasto Configura, ed inserendo le credenziali associate al momento della sottoscrizione. Se non si vedrà una pagina web raffigurante i dati della propria azienda vedi immagine nell'allegato , vorrà dire che si è nel nuovo portale Telemaco. Finalmente, il documento pdf sarà pronto per essere visualizzato o salvato sul proprio PC. Si tratta un bug di ArubaSign. La schermata successiva, mostrerà il percorso e il file di destinazione.

Questo bug non è presente nel software integrato nei dispositivi ArubaKey. La CNS è un certificato di autenticazione per siti web delle Pubbliche amministrazioni italiane. Nella pratica, inserire nel PC la Carta Nazionale dei Servizi CNS , equivale ad inserire il proprio nome utente e la password, in alcuni portali di servizi di pubblica utilità.

Essa dà la possibilità di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione su tutto il territorio nazionale. Le comunicazioni nei confronti del Registro degli Operatori di Comunicazione - ROC iscrizione, comunicazione annuale, comunicazione di variazione, richiesta di cancellazione e tutti gli altri adempimenti sono effettuate esclusivamente in via telematica collegandosi all'indirizzo www. Si ricorda che alcuni kit forniti da altri certificatori o da ordini professionali non contengono la CNS vera, ma un semplice certificato di autenticazione.

Pertanto questa operazione potrebbe non essere possibile. Fra di essi, quelli segnalati sono indicati nella tabella che segue. Digital Signature Service. Firma OK! Firma Certa. Firmare un file, consiste nell'applicare una coppia di chiavi mediante crittografia asimmetrica del documento. I sistemi di codifica asimmetrica si basano su metodi matematici complessi che richiedono due chiavi diverse per la codifica e per la decodifica di un documento simbolo m.

Ad ogni persona che possiede una Firma Digitale, viene infatti assegnata una coppia di chiavi, delle quali una è pubblica, teoricamente nota a tutti simbolo h , l'altra è segreta, nota solo all'interessato simbolo j. La coppia di chiavi h, j è unica per ogni individuo. Una delle due chiavi serve per codificare il messaggio, l'altra per decodificarlo.

La chiave pubblica h consiste in un numero estremamente grande, rappresentato in cifre binarie da bit: esso è semplicemente il risultato del prodotto di due numeri primi.

L'algoritmo che consentirebbe di risalire alla chiave privata j, richiede la conoscenza dei fattori di h, cioè dei suddetti due numeri primi. Risulta pertanto praticamente impossibile risalire a j nota h.

Su questo principio si basa l'invulnerabilità dei sistemi di codifica asimmetrici, mediante la quale è possibile garantire l'identità del soggetto firmatario. Attualmente non è ancora stato introdotto l'obbligo per i certificatori accreditati di aggiornare le applicazioni di verifica al fine di gestire firme digitali generate con strumenti resi disponibili da certificatori qualificati in Europa. Tutti i certificati X. I software di Verifica Firma, quando aggiornano l'elenco delle C. I certificati invece emessi da una C.

Si, ma occorre assicurarsi che l'Ente sia disposto ad accettare certificati elettronici di tipo X. Consigliamo di contattare l'Ente di destinazione.

Poste Italiane - Postecert

Anche queste tessere dovranno essere sostituite. Per appuntamenti e costi, valgono le indicazioni del paragrafo precedente. In questo caso occorre verificare che stiate firmando con il certificato giusto. Nel caso riceverete un errore come questo: Dunque, al momento di apporre la firma, nella voce "Seleziona Certificato", verificare che sia presente il Vs.

Nome e Cognome, anziché il Vs.

Evidentemente l'Ente di destinazione ha necessità di aggiungere il certificato nel suo server affinché la componente software di autenticazione sia in grado di verificare lo status del Vs. Da quel momento Internet Explorer e Chrome avranno capacità di autenticazione con il certificato configurato.

Alcune versioni di Windows prevedono automaticamente anche la configurazione di Firefox se installato. In quel caso sarete avvisati con un messaggio che vi chiederà conferma di importazione certificato anche su quest'ultimo browser. Verrà avviato il browser integrato nella ArubaKey con i certificati già precaricati.

Nota: Nelle ultime versioni di Mac Os X dal in poi si sono riscontrati diversi problemi nell'importazione del certificato sul sistema. Si consiglia quindi di utilizzare FireFox integrato nella ArubaKey.

Per i clienti in possesso di lettore da tavolo o token usb nero con certificati di sola Firma o CNS-Like emesse fino a luglio Per i clienti in possesso di lettore da tavolo o token usb nero con certificati di sola Firma o CNS vera emesse da agosto Per Internet Explorer o Chrome: - non occorrono ulteriori operazioni se non l'installazione del solo driver ed eventualmente il riavvio del computer. Amministrazione, non vada a buon fine.

Si consiglia pertanto di contattare il servizio di assistenza del portale in questione per verificare quali possano essere le cause del mancato accesso. Ad autenticazione avvenuta, fare click sul proprio codice fiscale che compare in alto nella pagina insieme alla funzione di Logout.

Tale file deve essere firmato digitalmente dal soggetto che intende eseguire la registrazione. La "postacertificat " rilasciata gratuitamente ai cittadini è uno strumento che, già prima della riforma del CAD, aveva in sé tutti gli elementi in grado di soddisfare le esigenze di certezza e di sicurezza connesse al dialogo formale con la PA. La procedura per il rilascio della casella PEC, infatti, impone un riconoscimento personale del richiedente.

Al contrario, nel caso di caselle di posta elettronica certificata disponibili sul mercato la capacità di integrare i requisiti previsti dal citato art. Nel caso di invio di istanze e dichiarazioni attraverso caselle di posta certificata non conformi ai requisiti indicati dal DPCM 27 settembre , occorrerà, quindi, sottoscrivere digitalmente la richiesta o, in alternativa, allegare alla mail sotto forma di immagine il modulo della richiesta debitamente sottoscritto e una copia non autenticata di un documento di identità valido.

Una volta che avete firmato digitalmente il vostro documento con il software di firma che state già utilizzando potete marcare i documento configurando ArubaSign oppure configurando ArubaKey. In questo caso occorre reinstallare il software ArubaKey o in caso di smartcard, ArubaSign sulla chiavetta.

Il software è disponibile nella ns. Prima di tutto, assicurarsi che la chiavetta non contenga virus. Si consiglia di usare Internet Explorer o Chrome durante le procedura di rinnovo. Sconsigliamo l'utilizzo Firefox o Safari. Occorre solo qualche accorgimento alla prima configurazione. In questa modalità verrà richiesto il percorso delle librerie PKCS 11 che dovrebbe essere già impostato su bit4ipki. Questa soluzione è utile quando solitamente viene visualizzato l'errore: Impostare file di libreria PCKS SLpct è un software gratuito.

Ricordiamo che per questo software è inoltre possibile registrarsi sul portale ufficiale di SLpct per richiedere assistenza al team di supporto. Si, è tecnicamente possibile firmare anche con il certificato di Autenticazione. In questo caso viene garantito l'autore del documento, ma non la sua validità legale. Detto anche "Busta Crittografata", rappresenta un file firmato digitalmente. Per leggere il file è necessario un software in grado di interpretare la firma mediante standard PKCS 7 e poterne estrarre il contenuto.

Tutti i file possono essere firmati con questo formato. Per poter interpretare correttamente la firma è necessario che il vostro software di lettura PDF abbia aggiornato l'Elenco Pubblico dei Certificatori altrimenti vi dirà che la firma è sconosciuta. La sua caratteristica principale è la possibilità di firmare singole parti del documento, cosa di particolare importanza nei caso di documenti scritti da più persone.

Tuttavia è uno standard ancora poco usato e richiesto per via di una serie di limitazioni tecniche che non consente la firma di qualsiasi documento. Nessuna operazione aggiuntiva.

Le firme digitali emesse tramite il software fornito, sono già in formato CAdES. Per i possessori di tale soluzione, occorrerà acquistare Dike Pro, oppure un dispositivo che utilizza software di ArubaPEC. In questo caso verificare che il certificato di firma digitale, avente durata triennale, non sia scaduto.

Inoltre verificare che siano impostate correttamente la data e ora del computer da cui si effettua l'operazione di firma.

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

Non occorre quindi prima stampare il documento e poi scansionarlo, ma occorre firmare il documento elettronico in pdf senza che questi passi per il cartaceo.

E' necessaria una sola firma in una qualsiasi delle pagine. Troverete nell'applicativo ArubaKey la possibilità di firmare digitalmente in PDF formato Pades in entrambe le versioni:. Questo tipo di firma è compatibile con tutte le versioni di Adobe. Considerando quanto detto, si consiglia di firmare in formato Basic, per evitare che un cliente non riesca ad aprire il pdf non avendo Adobe Reader Il Token automatico permette anche semplicemente di proteggere i documenti dalla sua apertura tramite il certificato contenuto sulla smart card.

Per decriptare sproteggere il documento occorrerà quindi essere in possesso della smart card o chiavetta e conoscerne il PIN. Si, certo.

Si, è possibile. Basta trascinare tutti i documenti sulla icona del software che permette la firma e proseguire come di consueta come se si firmasse un solo documento.

Tutte le firme appariranno nella posizione in alto a sinistra nella prima pagina di ogni documento. In questo caso non si potrà scegliere la posizione della firma nella pagina oppure una pagina diversa dalla prima ma il documento manterrà comunque la sua validità come firmato digitalmente. Se è Urgentissimo, usando questa procedura i tempi sono immediati.

In questo caso occorre che il firmatario debba aggiornare il suo software. ArubaSign 2. Con ArubaKey invece l'aggiornamento avviene automaticamente. La causa di questo errore è legata al file di PDF di origine che si intende firmare. Se dovesse verificarsi questo tipo errore occorre, aprire il pdf con Adobe reader e rigenerarlo utilizzando un differente software di stampa, anche tra quelli gratuiti come PrimoPdf, PdfCreator, Open Office oppure Adobe Acrobat. E' stato riscontrato che questo tipo di errore viene generato al momento della conversione con il software Foxit Pdf Converter e Foxit Pdf Editor.

Potete infatti accedere solo ai documenti. Per usarla da altri sistemi occorre installare i rispettivi software sulla chiavetta: Firma Digitale per Mac - Firma Digitale per Linux. Questo succede perché lo stesso software ArubaKey per Token automatico è installabile oltre che sulla chiavetta per la firma digitale anche su chiavette con funzionalità CNS Carta Nazionale dei Servizi.

Per ulteriori informazioni fate riferimento alla sezione: Carta Nazionale dei Servizi. Si, utilizzando il software ArubaSign è possibile crittografare documenti personali, in modo che solo il titolare possa aprirli, utilizzando il certificato contenuto nella propria chiavetta o smart card. Questo consentirà di proteggerli dalla sua lettura. L'estensione diventerà. P7E che conterrà sia il chiave privata che il documento originale e sarà possibile decifrare il file solo se nel computer è inserita la smart card se ne conosce il codice PIN.

E' obbligatoria in virtù dei requisiti da rispettare per poter essere iscritti negli elenchi sia degli agenti in attività finanziaria che dei mediatori creditizi. Occorre effettuare innanzitutto la revoca immediata del certificato, contattandoci e richiedendoci la documentazione necessaria che noi provvederemo a preparare ad-hoc per la revoca immediata del certificato di firma digitale o di autenticazione.