Skip to content

NAAMA-BAY.INFO

Naama Bay | Tutte le informazioni inclusive in un unico posto

PULSIONALE SCARICA


    La pulsione è un concetto sviluppato da Sigmund Freud per dare una spiegazione ai moventi una scarica della tensione provocata dalla spinta pulsionale. In ambito psicologico il termine pulsione (dal latino pulsio, derivato da pellere, una meta che rappresenta l'azione di scarica o di soddisfazione della tensione. Il termine pulsione ha nella storia della psicoanalisi un significato fortemente inteso come una vera e propria scarica delle sostanze (la libido) accumulate. gratificazione pulsionale (scarica dell'eccitamento). − La libido cerca primariamente il piacere (scarica dell'eccitamento) e non l'oggetto. L'oggetto è ciò che. La meta, infine, è ciò che conduce al soddisfacimento della pulsione; è l'attività provocata dalla pulsione e che porta alla scarica, alla riduzione della tensione.

    Nome: pulsionale
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:53.49 Megabytes

    PULSIONALE SCARICA

    Il fraintendimento, osserva Morris Eagle, dipende dal fatto che il termine oggetto si riferisca a significati molteplici e complessi. Nel corso della riflessione psicoanalitica il termine oggetto è stato utilizzato in riferimento a:. Gli stimoli capaci di ridurre le tensioni pulsionali primarie, come la fame, assumono proprietà pulsionali rinforzanti e secondarie.

    In altre parole, la madre assume proprietà pulsionali secondarie perché viene associata alla scarica di pulsioni primarie. Questo concetto, la teoria della pulsione secondaria, è il punto che più verrà criticato e da cui verrà costruita la teoria delle relazioni oggettuali.

    Bibliografia Freud S. OSF 6 Freud S.

    OSF 7 Freud S. OSF 8 Freud S.

    OSF 10 W. Hermann faceva parte della scuola ungherese di psicoanalisi insieme a Sandor Ferenczi. Il bambino ha bisogno fin dalla nascita degli altri e si predispone autenticamente verso di loro, sostenuto dalla libido.

    Quella di Fairbairn è una vera e propria svolta, a cui seguirà nel tempo un lento ma costante riconoscimento della natura relazionale umana. Lo psicoanalista scozzese si interessa alle relazioni reali che il bambino intrattiene con gli altri, la madre in primis, e ai risvolti che queste possono manifestare nella mente del piccolo. Lo sviluppo e la formazione della personalità sono strettamente correlati agli scambi del bambino con la madre e con le persone reali.

    Secondo il pensiero di Fairbairn, quando il bambino sperimenta interazioni positive col caregiver, queste vengono interiorizzate nel sé senza problemi, sotto forma di ricordi ed emozioni positive. La meta-interazione è presenza a se stessi.

    Modello Psicoanalisi della Relazione Lo spostamento dal paradigma della scienza positivista al paradigma di una scienza pensata in ottica interazionista è il risultato di un lungo processo. Premessa storica I concetti nascono e poi migrano. Greenberg e S. Mitchell Relational Concepts in Psychoanalysis.

    An Integration di S. Benjamin Relational perspectives in psychoanalysis a cura di N. Skolnick e S.

    Harris Io-soggetto Soggetto non è concetto psicoanalitico. Coordinate teoriche Con le sue coordinate teoriche, il Modello di Psicoanalisi della Relazione si propone di rileggere la ricca tradizione psicoanalitica che va da Freud a Ferenczi, dalla Klein a Bion, da Sullivan a Levenson, da Winnicott a Kohut, ecc. Scrivici per avere informazioni:. E la nuova definizione non deve spaventare. Possiamo intuire un parallelismo su come la pulsione lavora a livello psichico.

    LE PULSIONI SONO I NOSTRI MITI - di ROBERTO POZZETTI | naama-bay.info

    Che ne è, data la tendenza pulsionale a ripristinare la morte, delle pulsioni di autoconservazione? E, dato che ci siamo, le pulsioni sessuali che posto hanno in tale visione? Risposta: esse davvero si oppongono al cammino verso la morte.